San Potito Ultra 2 - Associazione Igor Stravinsky

Vai ai contenuti

Menu principale:

San Potito Ultra 2

Eventi > Rassegna "I Concerti Itineranti" > X Edizione 2008

Martedì 2 Settembre, ore 21.00
San Potito Ultra - Giardino del Palazzo dei Baroni Amatucci

Giochi di flauti
Duo Stravinsky
Alessandro Crosta, flauto e ottavino
Nadia Testa, pianoforte
Salvatore Mazza, voce recitante

J. ANDERSEN
Lucia di Lammermoor di G. Donizetti
W. POPP
Rigoletto Fantasie
W. POPP
Konzert – Waltz su La Traviata di G. Verdi
S. PAPPALARDO
Rimembranze dello scoglio di Frisio
J. OFFENBACH
Souvenir de réveillon – Galop
per ottavino e pianoforte
F. BORNE
Fantasia brillante sulla Carmen di Bizet

Alessandro Crosta, flautista irpino, si diploma nel 1998 in flauto traverso con il massimo dei voti presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino con Nicola Caiazza. Prosegue gli studi di flauto in Italia con Jean Claude Masi e in Svizzera con Conrad Klemm. Nel 2003 ottiene due prestigiose borse di studio svizzere “Elsy Meyer Stiftung” e “Bruno Schuler Stiftung”. Nel 2005 consegue il “Konzertdiplom” presso la “Musikhochschule” di Winterthur-Zurigo in Svizzera e consegue la Laurea di II livello in “Discipline della Musica” con la votazione di 110/110 e lode con tesi “L'evoluzione storica e la famiglia del flauto”.
Si perfeziona con Conrad Klemm, Ivaldi, Meunier, JeanClaude Masi, Matthias Ziegler, Johann Christiensen, Wolfgang Rihm, Roland Moser, Mathias Steinauer e Janek Rosset. Premiato in numerose competizioni musicali (4 primi premi assoluti con assegnazione borsa di studio, 7 secondi premi e 3 terzi premi), effettua registrazioni per la RAI Nazionale.
Presente in importanti Festival e Rassegne internazionali, tiene concerti in duo, trio o quartetto in ambito internazionale; suona come solista con: Orchestra di Minsk - Bielorussia, Orchestra del Teatro di Craiova - Romania; Orchestra Sinfonica di Plovdiv – Bulgaria; del Conservatorio di Avellino e Orchestra da camera di Caserta, Orchestra da Camera di Latina. Si dedica con particolare attenzione alla sperimentazione delle nuove tecniche musicali ed elettroacustiche applicate al Flauto in Sol ed al Flauto Basso e Flauto Contrabbasso, collaborando in esecuzioni di compositori quali R. Moser, W. Rhim, A. Antunas, G. Crumb.
Ha curato la pubblicazione di diversi Volumi monografici (“Bellini, Verdi e Cimarosa”, “Muzio Clementi”, “Sergei Prokofiev”, “A. Dvorak”, “Luigi Boccherini”, “Mozart e Schumann”, “Grieg, Leoncavallo, Pleyel, Sibelius”) e del primo volume dei “Quaderni musicali del Flauto Traverso” (“Joueurs de flute di A. Roussel”) Collana di analisi musicale sulla letteratura flautistica.
Attualmente è docente di Flauto traverso presso la Scuola Secondaria di I grado di Solofra (AV).
La sua passione per il flauto lo ha portato a collezionare strumenti d'epoca e moderni con i quali solitamente si esibisce in concerto. Attualmente la sua collezione consistente in circa 35 esemplari tra cui un modello originale Ziegler – Wien, un modello originale Schwedler, un modello originale Pratten simple system, una Besson, un Cabarat, un Rudell & carte, un Meyer e un autentico flagioletto di fine ‘700.
Nadia Testa, avellinese, si diploma in Pianoforte al Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di C. A. Lapegna e successivamente si perfeziona  con i  maestri V. Vitale, F. Medori, C. Bruno e A. Ciccolini. Successivamente studia Psicologia presso l’Università “ La Sapienza ”, intraprende lo studio del Canto Lirico e consegue con Lode il Diploma di II livello in Musica da Camera. Ottiene prestigiosi riconoscimenti in diverse competizioni nazionali ed internazionali di musica da camera e si esibisce in festival e rassegne in diverse città italiane ed in tournée che la vedono esibirsi in Israele, Egitto, Brasile, Sud Africa, Spagna, Marocco, Tunisia, Malta e Grecia. Titolare della Cattedra di Pianoforte Complementare presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino, è stato membro della commissione di Pianoforte Complementare nel Concorso a Cattedra per i Conservatori. Ha curato la collana “L’Irpinia e il suo Teatro”,  i cui 5 volumi sono usciti in edicola insieme al quotidiano “Il Mattino”.
Direttore di produzione di spettacoli musicali multimediali e di fiabe musicali prodotte per le scuole, è Direttore artistico dell’Associazione Igor Stravinsky di Avellino.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu